Google
Inserisci l'indirizzo
e-mail di un tuo amico
web powered by
Sesamo Servizi
 
La pillola del giorno dopo presenta controindicazioni?
Esistono interferenze conosciute tra la pillola del giorno dopo ed altri farmaci, come succede con la pillola contraccettiva, che ne possano ridurre l'assorbimento e quindi l'efficacia?
Quali sono i possibili effetti secondari dopo l'assunzione della pillola del giorno dopo?
Che fare in caso di assunzione eccessiva?
Ci sono controindicazioni alla pillola del giorno dopo in caso di allattamento?
Che fare in caso di vomito?
La pillola del giorno dopo presenta controindicazioni?
No, non ha alcuna controindicazione e, in particolare, nessuna delle controindicazioni legate agli estrogeni comunemente impiegati nelle altre forme di contraccezione d'emergenza (ribadiamo che non contiene estrogeni).
Né il fumo di sigaretta, né i tumori genitali, compreso quello della mammella, la pressione alta, i
fattori di rischio cardiovascolare (colesterolo alto, diabete), la programmazione di un intervento chirurgico, precedenti episodi di trombosi, disfunzione della tiroide, fibromi uterini, cisti ovariche, endometriosi, mastopatia fibrocistica sono controindicazioni all'uso.
L'unica situazione in cui deve essere evitata è l'esistenza di una gravidanza, perché in questo caso sarebbe ovviamente inefficace.
Esistono interferenze conosciute tra la pillola del giorno dopo ed altri farmaci, come succede con la pillola contraccettiva, che ne possano ridurre l'assorbimento e quindi l'efficacia?
Come per tutti gli ormoni progestinici, l'efficacia può risultare ridotta o abolita in caso di assunzione simultanea di alcune medicine, come farmaci anticonvulsivanti
o antiepilettici ed alcuni antibiotici.
E' opportuno quindi informare il ginecologo nel caso in cui si assumano altri farmaci al momento dell'assunzione della pillola del giorno dopo.
Quali sono i possibili effetti secondari dopo l'assunzione della pillola del giorno dopo?
Gli effetti secondari rilevati nei numerosi studi clinici svolti sull'argomento sono:
nausea e vomito;
vertigini, debolezza, cefalea;
dolori al basso ventre, sensazione di tensione mammaria;
perdita di sangue di tipo metrorragia (perdita molto abbondante) o spotting (perdita scarsa e scura).
In uno studio dell'OMS, diversi effetti secondari, in particolare nausea e vomito, riscontrati in chi ha fatto uso della pillola del giorno dopo non contenente estrogeni, sono stati sensibilmente meno elevati di quelli riscontrati in chi ha fatto uso della pillola estroprogestinica, assunta come contraccezione d'emergenza.
Che fare in caso di assunzione eccessiva?
La pillola del giorno dopo non presenta alcuna tossicità acuta (che metta in pericolo la vita della paziente o che richieda un soccorso urgente) in caso di assunzione contemporanea di più compresse.
Ci sono controindicazioni alla pillola del giorno dopo in caso di allattamento?
No. Al contrario di quanto molti credono, l'allattamento non costituisce alcuna forma di contraccezione. Anche in questo periodo, infatti, è possibile procreare.
Quindi l'eventuale uso di una contraccezione d'emergenza può essere giustificato.
Che fare in caso di vomito?
Se il vomito sopravviene nelle due ore successive all'assunzione di una compressa, si raccomanda di assumere immediatamente un'altra compressa. In realtà, il vomito non è una eventualità frequente.
Siti amici
Segnala Anomalie
del Sito


home page | cos'è | come funziona | quando prenderla | controindicazioni | F.A.Q.| News | infoPress | forum | link